Il Bilancio delle competenze a sostegno delle riorganizzazioni aziendali. Il Progetto “Identity Group & Connection”

M74 Solution, nella sua attività di consulenza alle imprese nei processi di cambiamento organizzativo, sta realizzando il Progetto “Identity Group & Connection” volto a ridefinire l’assetto organizzativo, nonché a rafforzare le competenze presenti al suo interno, per un maggior benessere organizzativo. Strumenti a sostegno di tale riorganizzazione sono, fra gli altri, la valutazione del potenziale e il Bilancio delle competenze.
Quest’ultimo, solitamente utilizzato come mezzo di orientamento nel mondo del lavoro, ha la funzione di individuare e valorizzare le competenze e motivazioni insite nella persona e di indicarne le potenzialità di crescita. Il Bilancio delle competenze rileva le competenze possedute, le capacità acquisite, le esperienze maturate nel tempo, le aspirazioni, gli interessi, fino alle attitudini che neanche il diretto interessato sa di possedere.
È un percorso valido per favorire l’inserimento in un contesto organizzativo, sia in una fase di avviamento iniziale al lavoro che in quella di ricollocamento verso una nuova posizione lavorativa.
Ai singoli offre un’occasione di maggiore consapevolezza delle proprie capacità professionali, nonché di sviluppo delle competenze. La persona non sempre è allenata a determinare in autonomia le sue risorse, perciò il ricorso a esperti qualificati e a metodologie idonee diventa un valido supporto per effettuare scelte allineate alle caratteristiche personali e utilizzare le proprie potenzialità in modo consapevole.
Alle imprese permette di ottimizzare l’utilizzo delle risorse, individuare quelle critiche per far fronte al cambiamento, ridefinire i processi aziendali e creare un maggior engagement da parte della popolazione aziendale. È particolarmente adatto quando occorre rivedere le posizioni organizzative, nel caso di un’eventuale mobilità interna o quando vengono messe in atto delle promozioni, in ottica di una politica di valorizzazione delle risorse umane.
Tale Bilancio può essere utilmente integrato ai percorsi di valutazione del potenziale, al fine di conoscere il Patrimonio umano e professionale a disposizione dell’organizzazione e di utilizzare le informazioni acquisite per identificare le aree organizzative e i ruoli di miglior allocazione per ciascun soggetto, in linea con le necessità dell’impresa. Perciò, permette di costruire un progetto di sviluppo professionale che risponderà a una strategia definita a priori e che cercherà di mediare fra gli interessi dei singoli e quelli dell’impresa.
Un percorso di bilancio di competenze consente di mettere in rapporto le competenze possedute dai singoli con le caratteristiche che ogni posizione professionale richiede. Una volta messe in luce le capacità e le attitudini delle risorse umane, definite le potenzialità che possono essere sviluppate, verranno individuati gli ambiti professionali maggiormente coerenti con le loro caratteristiche e aspirazioni, mediante un progetto concreto per il proprio sviluppo personale/professionale.
Il percorso tradizionale di bilancio di competenze consiste in tre fasi:
1) fase di presentazione e accoglienza, attraverso la quale si fa un’analisi dei bisogni specifici e del problema che alimenta la richiesta, accertando la possibilità concreta di effettuare un’azione di bilancio delle competenze;
2) fase di testing, in cui vengono esplorate le risorse personali e professionali delle risorse coinvolte nel progetto, mediante l’analisi del potenziale e una serie d’interventi volti ad accrescere la consapevolezza di sé in modo equilibrato. Nello specifico, vengono utilizzate due modalità d’intervento:
– il colloquio individuale, che spesso serve ad accompagnare maggiormente la fase finale del percorso,
– il lavoro di gruppo, mediante l’adozione di diversi strumenti di analisi, quali schede, test, questionari o anche laboratori di tipo creativo (es. scrittura o visualizzazione) o interattivo-comunicativo (es. role-playing);
3) elaborazione del progetto finale, con cui avviene una restituzione dei dati raccolti e l’identificazione delle tappe necessarie per mettere in pratica quanto valutato in itinere, al fine di far emergere le potenzialità messe in luce.
A queste, può seguire una quarta fase che si sviluppa a distanza di un certo lasso di tempo e viene definita fase di accompagnamento/coaching, durante la quale si verifica la realizzazione del progetto professionale e l’eventuale aggiustamento degli obiettivi in itinere.
Le competenze sono il “cuore” dell’attività di un’impresa e il bilancio delle competenze risulta essere uno strumento efficace per valutare le potenzialità presenti in essa e rendere i processi organizzativi maggiormente rispondenti alle strategie aziendali definite/riviste. Diventa, perciò, un valido aiuto nel cammino non sempre semplice che una riorganizzazione aziendale comporta.

Caterina Del Po

Tags:

©2016  M74SOLUTION Srl - P.IVA 07872240721 - PRIVACY POLICY

Sede Operativa Via Nicolai, 16 - Bari | ArchiMake

ADV StudioARTESIA.it

Log in with your credentials

Forgot your details?