Come accompagnare un efficace cambiamento organizzativo?

Le aziende ci chiedono di mettere in atto un cambiamento, vogliono evolversi, ma spesso non ci riescono, i progetti rimangono sulla carta, o in un cassetto. Le cause sono molteplici: la gestione delle urgenze, le resistenze dei livelli intermedi, o la contrarietà di parte del board (Guarda qui il mio video pillola).

Talvolta, invece, i progetti di cambiamento si arrestano a metà percorso.
Quali sono i motivi? Spesso il cambiamento risponde ad un’esigenza avvertita solo da alcuni, o ad un desiderio di evoluzione e crescita del management o della proprietà.

Ogni cambiamento genera resistenza. Ed è bene valutare le cause all’origine di un risultato non funzionale, che possono anche risiedere nell’esigenza di un project managing, che supervisioni il processo, fino a portalo a compimento.

Tuttavia, non tutti i cambiamenti sono positivi e utili.
Alcune volte se l’obiettivo è troppo elevato rispetto ai bisogni e alle possibilità percepite dalla molteplicità dei soggetti che vivono l’azienda, questo si può rivelare un intervento improduttivo, che non darà il risultato voluto. Il cambiamento per rispondere ad una reale opportunità evolutiva e di successo funzionale agli scopi individuati, deve essere in linea con il livello di sviluppo dell’organizzazione. Un obiettivo ben formulato e raggiungibile, è tale se ecologico, ovvero rispondente ad un’analisi organizzativa funzionale al proprio bisogno percepito e verificato.

Tags:

©2016  M74SOLUTION Srl - P.IVA 07872240721 - PRIVACY POLICY

Sede Operativa Via Nicolai, 16 - Bari | ArchiMake

ADV StudioARTESIA.it

Log in with your credentials

Forgot your details?