Agevolazioni contributive e retributive per nuove assunzioni

In un contesto in cui le assunzioni stentano, è importante conoscere le modalità che permettono alle aziende di godere di alcuni benefici in modo da ridurne i costi contributivi e retributivi.

Pertanto, si segnalano alcune possibilità che possono essere utilizzate negli ultimi mesi del 2017 ed altre a partire dal 2018.

A) Garanzia Giovani – da novembre 2017 a giugno 2018.

Riparte da novembre 2017 e fino a giugno 2018 (l’ultimo tirocinio può essere stipulato a marzo 2018) l’agevolazione per i tirocini con il progetto garanzia giovani.

L’agevolazione prevede un contributo retributivo pari ad euro 300,00 per il tirocinio con durata massima di 6 mesi; la retribuzione minima deve essere pari ad euro 450,00;

Esempio: tirocinio di 6 mesi con riconoscimento di un compenso pari ad euro 450,00;

L’azienda versa al tirocinante euro 150,00 la regione versa al tirocinante euro 300,00.

Esenzione contributiva e fiscale per la durata del rapporto di tirocinio.

I costi aziendali per i sei mesi del tirocinio sono:

  • euro 150,00 di retribuzione per la durata del tirocinio;
  • la stipula dell’assicurazione rc con costi che variano a seconda delle compagnie (solitamente da un minimo di euro 70,00 ad un massimo di euro 120,00);
  • l’assicurazione inail (varia a seconda dal tutor aziendale e dell’attività svolta).

Il tirocinio non rappresenta un rapporto di lavoro ma, solo un periodo formativo dopo il quale il datore di lavoro non ha nessun obbligo di assunzione.

Se il datore decidesse di assumere il tirocinante al termine del periodo avrebbe la possibilità di farlo usufruendo di agevolazioni contributive.

B) Nuove assunzioni a tempo indeterminato (d.l. 16.10.2017, n. 148 – legge di bilancio 2018) – NOVITA’- dal 01.01.18

Per le assunzioni a tempo indeterminato con inizio il 02.01.2018; devono riguardare giovani disoccupati con un’età massima di anni 34 (solo per il 2018). Per il 2019 e per gli anni a seguire l’agevolazione riguarderà solo giovani con un’età massima di anni 29. Tale incentivo è di tipo strutturale e cioè varrà per ogni anno a partire dal 2018.

Alcuni requisiti che deve possedere il datore di lavoro:

  • Durc regolare;
  • Non deve aver licenziato per giustificato motivo aggettivo ( g.m.o.) negli ultimi n. 12 (dodici)  mesi il lavoratore che assume.

Tipologia di agevolazione:

L’agevolazione è di tipo contributivo e consiste nell’esonerare il datore dal versamento delle quota contributiva a suo carico per  n. 3 (tre) anni.

Per i soggetti che hanno meno di 30 anni questa assunzione può essere abbinata al contratto di apprendistato professionalizzante che gode di importanti agevolazioni contributive e retributive accumulando le agevolazioni legate all’apprendistato con quelle legate al contratto a tempo indeterminato.

Esempio: ragazzo/a assunto/a  a tempo indeterminato con massimo anni 29 e 364 giorni;

  • Per i primi tre anni il datore utilizza le agevolazione del contratto di apprendistato professionalizzante;
  • Al termine del contratto di apprendistato il datore utilizzerà le agevolazioni per l’assunzione a tempo indeterminato per ulteriori tre anni.

Totale 6 anni di agevolazioni (retributive e contributive).

C) Incentivo contributivo per i datori che assumono soggetti in CIGS – NOVITA’ – dal 01.01.18

Le aziende che assumo soggetti in cigs potranno usufruire di un’agevolazione contributiva che consiste nella decontribuzione totale per n.12 (dodici) mesi dall’assunzione.

Il lavoratore potrà essere invogliato ad accettare la nuova proposta lavorativa, invece che restare in cigs o, peggio, lavorare irregolarmente, perchè potrà ricevere il saldo della cigs non goduta oltre a nove mensilità detassate.

D) Soggetti assunti al termine del periodo di Alternanza Scuola Lavoro – in essere

I datori che assumono neo diplomati entro 6 mesi dal conseguimento del titolo e che hanno partecipato ad un percorso di alternanza scuola – lavoro, godono dell’esenzione contributiva della quota a loro carico per n. 36 (trentasei) mesi con un limite massimo annuo pari ad euro 3.250,00

E’ consigliabile sempre far riferimento al proprio consulente del lavoro in modo da verificare requisiti soggettivi ed oggettivi ed altre potenziali soluzioni.

                                                                                                                                                   Autore: Vincenzo Perrone

Tags:

©2016  M74SOLUTION Srl - P.IVA 07872240721 - PRIVACY POLICY

Sede Operativa Via Nicolai, 16 - Bari | ArchiMake

ADV StudioARTESIA.it

Log in with your credentials

Forgot your details?